Ticker

6/recent/ticker-posts

Napoli, San Gregorio Armeno: l'inaugurazione in onore di Maradona

 


A Napoli non è Natale senza il presepe, ma in questo strano momento di pandemia anche per le storiche botteghe di San Gregorio Armeno è momento di crisi. Tuttavia nulla può fermare una lunga tradizione che va avanti da secoli, ed è per questo che l’ associazione di promozione sociale  "Le Botteghe di San Gregorio Armeno" non si tirerà indietro neanche quest’anno, caratterizzato da diverse disgrazie: dopo l’emergenza sanitaria anche il lutto che ha colpito tutta la città e tutti gli amanti del calcio, la morte di Diego Armando Maradona a cui tutta Napoli e non solo è particolarmente devota per le grandi emozioni regalate attraverso lo sport, ma soprattutto per i grandi gesti di umanità del campione argentino. Ed è per questo che l’inaugurazione della famosa strada dei presepi lunedì 7 dicembre sarà dedicata proprio al Pibe de Oro. Suo fratello Hugo Maradona infatti taglierà il nastro, il parroco della chiesa di San Lorenzo benedirà il nuovo inizio, e tra gli invitati, oltre il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris anche tutte le altre Istituzioni Napoletane e Campane. 

“Con l'augurio che questo nuovo inizio sia propizio per le botteghe di Via San Gregorio Armeno e per tutto il centro storico di Napoli, saremo lieti di ospitarvi nella famosa strada dei presepi, dove, nonostante la crisi neanche un artigiano si è mai fermato. Ognuno a suo modo ha continuato a produrre le opere che potrete ammirare nelle botteghe perché non è Natale senza presepe”, fanno sapere dall’associazione. 

“A Diego e a tutta Napoli – continuano il presidente Gabriele Casillo-, dedichiamo l'impegno costante nel mantenere vive le tradizioni della nostra città. Vi aspettiamo nella nostra colorata e unica San Gregorio Armeno da lunedì 7 Dicembre alle ore 12.00, in Piazza San Gaetano.  L’inaugurazione è organizzata in modo da garantire sicurezza e rispetto delle norme anti assembramento durante lo svolgimento dell'evento” . La notizia, infatti, di risonanza nazionale ha impegnato le forze del Comune di Napoli che ha collaborato attivamente all'organizzazione dell'evento, assicurandone lo svolgimento nel rispetto delle norme anti-Covid.  All’evento anche il Cardinale Sepe per la benedizione in una Campania diventata proprio nelle scorse ore zona arancione. 

“Siamo fiduciosi che, grazie al loro impegno, alla collaborazione delle istituzioni, e al sostegno di aziende private come caffè Motta, supereremo questa crisi, uscendo ancora più forti”, fanno sapere gli artigiani della famosa strada dei presepi.