Ticker

6/recent/ticker-posts

Made in Sud, lo share cresce: la terza puntata è boom di ascolti




Non è di certo un caso che Made in Sud alla sua terza puntata ha già raggiunto uno share del 9,9 per cento cominciando a dare seriamente fastidio ai colossi proposti da Raiuno come il Nome della rosa e da Canale 5 con l’Isola dei famosi. L’ultimo appuntamento con il programma comico ha infatti superato gli ascolti delle prime due puntate rivelandosi un vero successo: iniziano già i tormentoni richiamando i grandi comici del format televisivo. Da “Ci vediamoci” di Delio l’escort, alias Francesco Albanese, al “Sii umile, umiliati” di Mariano Bruno nei panni di Salvatore l’umile, passando per la campagna di Nello Iorio “Bruciamo i magri”, o per “A’puliton” delle Sex and the Sud fino ad “Amichi” di Antonio D’Ausilio con Francesco Paolantoni. E se quest’ultimo compare seminudo sui palchi della Rai dopo un’esilarante scenetta, e in più si aggiunge Peppe Iodice che mette in croce senza freni Stefano De Martino e la sua (forse) ex Belen, gli ascolti non possono che superare le aspettative: i telespettatori attendono entusiasti le novità del programma, che nella tredicesima edizione sta sorprendendo davvero tutti tenendo la gente attaccata allo schermo. E se ne parla anche nei giorni a seguire: a quanto pare Made in Sud sta diventando davvero un fenomeno di costume. Le risate proposte dai comici del Meridione, con new entries provenienti da Palermo con Matranga e Minafò e i loro ospiti come Gianni lattore, ma anche dal Nord come la signora Olga di Varese alias Max Cavallari, travolgono davvero tutti.

E mentre si prepara la quarta puntata con le prove presso la Rai e il teatro Tam di Napoli, si può già parlare di successo in tutta Italia. Anche al Nord sono curiosi di assistere allo spettacolo ed è per questo che i dialoghi diventano sempre più comprensibili a tutti gli italiani grazie anche alle traduzioni dal dialetto del professor Fischetti, pronto a interrompere per chiarire il messaggio ai telespettatori. E così si abbattono anche le barriere territoriali grazie a Made in Sud: le risate uniscono tutti e fanno bene al cuore. Forse anche per questo sempre più persone il lunedì sera accendono il televisore su Raidue.